Estate animale

Come proteggere cani e gatti dal caldo estivo

Il sole estivo può essere in molti modi un nemico dei nostri amici a 4 zampe. Sta dunque a noi proteggerli dai rischi in cui potrebbero incorrere durante la stagione più calda dell’anno.

Colpi di calore

Anche i nostri animali sono soggetti ai rischi dovuti alla prolungata esposizione al sole cocente. Cani e gatti infatti non sudano come gli esseri umani bensì utilizzano un metodo di termoregolazione che si basa sull’aumento della frequenza respiratoria che crea un’eliminazione di calore mediante evaporazione.
Cani e gatti sono soliti inoltre difendersi dal caldo rifugiandosi in luoghi ombreggiati e freschi in cui poter riposare.
Qualora non riescano però a compensare al caldo eccessivo, la temperatura corporea può salire a tal punto da generare una situazione di scompenso fisico molto pericolosa definita “colpo di calore”.

È necessario, come più volte abbiamo evidenziato, prestare molta attenzione ai segnali corporei dei nostri pet: il sintomo più comune di un colpo di calore è l’eccessiva perdita di schiuma dal naso e/o dalla bocca. L’animale appare infatti a disagio, irrequieto e comincia ad ansimare fortemente.

Qualora vi trovaste di fronte a questo tipo di situazione contattate subito il vostro veterinario di fiducia e, nell’attesa del suo arrivo, portate l’animale in un luogo ombreggiato, fresco e ventilato. Cercate di raffreddare il corpo del pet, non con acqua gelata o ghiaccio perché potreste causare danni ulteriori, piuttosto posizionate stracci bagnati sul collo, sotto le ascelle, nella zona dell’inguine e bagnategli orecchie e zampe con acqua fresca.

Per evitare il rischio di un colpo di calore fate attenzione all’ambiente in cui lasciate il vostro amico peloso, soprattutto quando voi non ci siete. Fate in modo che abbia sempre acqua fresca e pulita a disposizione e, se si tratta di animali che vivono all’esterno, che possa trovare riparo in una zona ombreggiata del vostro giardino.

Non dimenticate inoltre di portarlo fuori a passeggio nelle ore più fresche della giornata, in modo da evitare, oltre ai temuti colpi di calore, che l’animale si ustioni i cuscinetti delle zampe sull’asfalto bollente, condizione assai dolorosa.
Per poter lenire i cuscinetti del vostro animale, qualora sia stato a contatto con una superficie eccessivamente calda, potete utilizzare creme idratanti o dei balsami naturali, studiati appositamente per questo tipo di situazioni.

Forasacchi e dermatiti

Oltre al sole, l’estate può generare pericoli per il vostro animale domestico semplicemente perché si trova a frequentare ambienti o a entrare in contatto con elementi naturali esterni tipici della stagione calda.

Un esempio classico è il pericolo del forasacco, una spiga simile al frumento che crescere nei campi, nei prati e ai bordi delle strade. Il forasacco inizia a spuntare dal mese di giugno ed è un grosso pericolo per i nostri cani perché può facilmente entrare all’interno di orecchie, naso, bocca, occhi, zampe o addirittura attraversare la cute, migrando in distretti corporei indesiderati quali torace o addome.

Cercate dunque di evitare di portare a passeggio il vostro cane in zone con l’erba molto alta o appena tagliata, e controllate sempre con molta attenzione il suo corpo ogni volta che rientrate dalla passeggiata.

Chi ne ha la possibilità, non negherebbe mai al proprio amico peloso una corsa sulla spiaggia o un bel bagno al mare.
Fate però attenzione alla sabbia e all’acqua di mare perché possono essere causa di fastidiose irritazioni e dermatiti. Dopo una giornata passata a divertirsi in spiaggia con il proprio pet quindi, è consigliato lavarlo bene con acqua dolce, specialmente nelle zone dei polpastrelli.

Punture di insetti

Con l’arrivo dell’estate, come ben sappiamo anche noi esseri umani, si ha a che fare con una larga serie di insetti fastidiosi. I nostri pet purtroppo non sono esenti dal subire l’azione delle loro punture, ed è per questo che è importante fare attenzione alle conseguenze di alcune tipologie di punture.
Particolarmente pericolose per i nostri animali sono le punture di zecche, zanzare (alcune di esse sono pericolose poiché portatrici di filariosi) e pappataci. Cercate dunque di controllare regolarmente il pelo dei vostri pet e fate uso preventivo di un antiparassitario, sempre previo consulto di un veterinario qualificato.

Da evitare

Ci raccomandiamo inoltre di non lasciare il vostro animale domestico per nessuna ragione chiuso in auto, neanche col finestrino abbassato o in un posteggio ombreggiato. L’alta temperatura che si genera nell’abitacolo può mettere in grave pericolo di vita il vostro piccolo amico.

Sconsigliamo infine di procedere alla tosatura del pelo: il pelo ha una funzione fondamentale per gli animali, poiché protegge la cute dal freddo, ma anche dal caldo e dai raggi solari. Invece di tosarli, consigliamo preferibilmente di accorciare il pelo, facendo comunque attenzione a mantenere una lunghezza sufficiente a proteggere la cute. Utilizzate all’occorrenza anche una crema solare ad alta protezione sulle estremità più carenti di peluria, come le punte delle orecchie o la pancia: in questo modo eviterete il rischio di scottature o lo sviluppo di patologie legate all’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Lo staff della Clinica Veterinaria Modena Sud.
Condividi:
logo Clinica Veterinaria Modena Sud