Pronto Soccorso Veterinario h24

365 giorni l'anno

Oncologia

Oncologia veterinaria

Il servizio di Oncologia e Chirurgia Oncologica della clinica veterinaria Modena Sud è gestito da ONCOVET ed è composto dal Dott. Michele Sampaolo e dal Dott. Fabio Valentini.
Il servizio di consulenza è rivolto sia ai proprietari di animali che ai colleghi veterinari. L’oncologia veterinaria è quella branca della medicina che si occupa della gestione (diagnosi e trattamento) delle malattie tumorali dei nostri amici a quattro zampe.

Quando si riscontra una lesione nodulare sul proprio cane o gatto è fondamentale far visitare il paziente da un oncologo veterinario che eseguirà un campionamento bioptico (ago aspirato o biopsia) per poterne capire subito la natura (infiammatoria, neoplastica, infettiva, ecc).
L’esame citologico è l’approccio diagnostico meno invasivo e più rapido; si effettua con l’animale sveglio e ci fornisce una risposta in tempi estremamente brevi. Purtroppo è anche un esame che ha dei limiti in quanto i campioni possono risultare poco cellulari o contaminati da sangue.

L’esame istopatologico, invece, ci consente di esaminare una porzione più ampia del tessuto patologico, di solito è necessaria un’anestesia, locale o generale , e tempi più lunghi per le risposte.
Una volta diagnosticata una neoplasia diventa importante capire se questa è isolata o sono presenti altre lesioni nel resto del corpo. Questa procedura, che si chiama stadiazione clinica, prevede l’utilizzo di strumenti diagnostici inizialmente convenzionali (radiografie, ecografia) fino ad arrivare alla diagnostica avanzata (TC, RM, biologia molecolare). L’obiettivo della stadiazione è quello di esplorare i siti principali di metastasi per una determinata neoplasia, quali torace, addome, sistema nervoso, sangue, ecc.

Tutte queste informazioni risultano di fondamentale importanza per impostare l’approccio terapeutico più adeguato.
Le opzioni principali di trattamento che abbiamo a diposizione per i tumori sono la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia. Ulteriori terapie vengono utilizzate in casi ristretti e dopo valutazioni attente dell’oncologo.
La chirurgia è spesso da sola in grado di circoscrivere le lesioni tumorali e può essere risolutiva, in altri casi rappresenta il primo approccio terapeutico seguito poi da radioterapia e/o chemioterapia.
La chemioterapia consiste nella somministrazione, per via endovenosa, sottocutanea o per bocca, di farmaci che bloccano la replicazione delle cellule tumorali e quindi ne rallentano la progressione o, in alcuni casi ne inducono una remissione. Come tutte le terapie è possibile che inducano effetti collaterali, anche se spesso di lieve entità e con un’incidenza ridotta. La radioterapia si utilizza per patologie localizzate e consiste nell’irradiare un determinato tessuto causandone la morte cellulare.

Decidere se una patologia oncologia debba essere trattata con una di queste metodiche o in maniera multimodale risulta importante per ottenere il massimo risultato possibile, e a tal proposito diventa rilevante il ruolo di una figura specialistica quale quella dell’oncologo veterinario al quale affidare il proprio amico a 4 zampe.

A cura di OncoVet