Curare le lesioni con la laserterapia

Storia del gerbillo Slai

È un animale socievole e curioso che vive nelle zone desertiche o semi-desertiche dell’Africa e dell’Asia: il gerbillo è un ottimo animale da compagnia che però soffre la solitudine, ama infatti vivere insieme ai suoi conspecifici.

La storia di oggi racconta proprio la vicenda di un piccolo gerbillo di due anni chiamato Slai.

Slai è arrivato alla Clinica Veterinaria Modena Sud con un’ampia ferita sul dorso che ha immediatamente messo in allarme il dottor Giordano Nardini inducendolo ad un esame approfondito della lesione. Fortunatamente l’esame citologico si è rivelato negativo ed ha escluso dunque la possibilità di un tumore.

I veterinari si sono quindi concentrati sulla cura della ferita decidendo di sottoporre il gerbillo ad una serie di sedute di laserterapia. Con ferite cutanee come quella di Slai, la soluzione della laserterapia infatti ha permesso di accelerare i normali processi di guarigione in modo non invasivo: grazie all’azione antinfiammatoria ed analgesica del laser, la lesione del piccolo gerbillo si è chiusa nel giro di 4-5 giorni.

Scopri la storia integrale del gerbillo nel video!

Lo staff della Clinica Veterinaria Modena Sud.
Condividi:

Tags:

logo Clinica Veterinaria Modena Sud